Marchi di accettazione PayPal

Imposta ordine ascendente

4 oggetto(i)

Vivere con la Psoriasi, in Italia colpite circa 2 milioni e mezzo di persone

La psoriasi è una malattia infiammatoria della pelle, cronica e recidivante. Non è infettiva, né contagiosa, colpisce più di 150 milioni di persone al mondo, in Italia ne sono colpite circa 2 milioni e mezzo. Il 29 Ottobre si celebra in tutto il mondo, come ogni anno, la Giornata Mondiale della Psoriasi, dedicata alle persone affette da psoriasi e artrite psoriasica. L’ADIPSO ( Associazione per la difesa degli psoriasi), per questo evento, organizza l’allestimento di Gazebo nelle maggiori Piazze italiane dove vengono accolti i pazienti bisognosi di informazioni sulla patologia, sui Centri di riferimento e i suoi sistemi di cura. I volontari dell’Associazione si avvalgono del supporto di medici specialisti, anch’essi volontari, che dispensano notizie e aggiornamenti sulla malattia.

Uno degli aspetti sociali più negativi che la psoriasi può provocare in un malato è il fenomeno della stigmatizzazione. Lo stigma è un marchio che porta inevitabilmente alla discriminazione sociale. Sguardi fissi, esitazioni, atteggiamenti e comportamenti anomali degli altri condizionano negativamente la vita di relazione e quindi influiscono sull’identità sociale. Lo stigma porta come conseguenza la diminuzione dell’autostima e di conseguenza la persona con psoriasi diventa più vulnerabile emotivamente e più soggetta ad ansia, depressione e stress, che, come è noto, sono legate all’aggravamento della patologia. Inoltre lo stato di ansia o depressione può portare a un aumento dell’uso di alcool, con tutte le note gravi conseguenze per la salute e la vita personale e lavorativa della persona.

La discriminazione sociale, conseguente allo stigma, condiziona la vita quotidiana della persone: negli ambienti di lavoro, a scuola, in palestra, in piscina, al mare, dal parrucchiere, chi è affetto da psoriasi spesso viene isolato o guardato con diffidenza. Lo stigma, di conseguenza, obbliga molte persone a nascondere la loro psoriasi, influenzando la scelta dell’abbigliamento (maniche lunghe e pantaloni anche in estate) e persino le loro scelte sociali, portandole a evitare incontri o di frequentare luoghi pubblici. E’ importante, perciò, offrire al malato delle strategie idonee che portino a rafforzare la sua autostima, per affrontare con forza lo stigma percepito e la conseguente discriminazione sociale.

Consigliamo:

CREMA UNGUENTO PSOR IPERICO PSORIASI PRURITO

Psor Crema

Ottima in caso di

Dermatosi in genere - dermatosi sanguinante - trova il suo ideale utilizzo nella psoriasi (svolge la sua azione riducendo in modo importante ed evidente la desquamazione epidermica e limitando l'ispessimento cutaneo eritematoso ad esso associato) - agisce anche togliendo prurito e secchezza.

Senz'acqua, emulsionanti, conservanti, coloranti e sostanze animali.

Tag:

Posted By Elio Ermini
I Chiodi di Garofano possono essere un valido aiuto anestetico in casi di emergenza, in attesa di una visita dentistica. A scatenare il dolore potrebbe essere una carie nascosta, un ascesso, un forte vento. I boccioli del fiore del Garofano(Eugenia caryophyllata) sono chiamati chiodi e possono essere succhiati per una veloce azione analgesica oppure preparati in tisana. L'infuso è utile per fare sciacqui più volte al giorno e si prepara versando una tazza di acqua bollente su 2 chiodi, lasciare immersi 15 minuti, toglierli e una volta raffreddato fare risciacqui in bocca. Questa è una spezia comune in molte case, al bisogno provate. Queste informazioni sono tratte dal libro La salute foglia per foglia di A.M.Botticelli e C.Cagnola.
Posted By Elio Ermini
I disturbi gengivali derivano spesso da depositi di tartaro o da residui alimentari. 
Un semplice rimedio consiste in sciacqui della bocca con una tisana di malva.
 
La Malva (Malva sylvestris) è ricca di mucillagini ad azione emolliente, lenitiva, decongestionante e antinfiammatoria senza effetti collaterali.
 
Il decotto di foglie di Malva si prepara facendo bollire per 15 minuti un cucchiaio di foglie in una tazza di acqua, si filtra e quando è tiepido si fanno sciacqui 2-3 volte al giorno.
 
Per aumentare l'efficacia della Malva si può aggiungere, nel liquido tiepido, qualche goccia di soluzione glicerica di Propoli.
 
La Propoli è una sostanza resinosa prodotta dalle api ed ha proprietà antibiotiche, utili anche nei problemi alle mucose della bocca e delle gengive.
 
 
 
Queste informazioni sono tratte dal libro La salute foglia per foglia, scritto da A.M.Botticelli e C. Cagnola.

Tag:

Posted By Elio Ermini
Due semplici modi per preparare una tisana, leggi qui:
 
1° : Infuso
 
Estrae i principi attivi che si trovano in foglie e gemme della pianta.
 
Mettere un cucchiaio grande di erbe in una tazza e versare sopra l'acqua bollente, dopo 15 minuti filtrare con un colino a maglie fitte oppure usare la tazza da tisana che ha già il filtro, dolcificare con miele.
 
2° : Decotto
 
Estrae i principi attivi di radici, bacche, cortecce.
 
Mettere un cucchiaio di erbe in un pentolino e aggiungere una tazza abbondante di acqua fredda, portare a ebollizione e abbassando la fiamma continuare per 15 minuti, poi filtrare e bere dolcificato con miele.
 
Semplice vero?  Provate!
Posted By Elio Ermini
Imposta ordine ascendente

4 oggetto(i)